Giurie

Le giurie di Oltre lo specchio assegnano ogni anno i Premi Ciciarampa tra i film selezionati nella sezione competitiva Cine Futuro.
Per i lungometraggi, sono previsti quattro premi: Miglior film, Miglior regia, Migliori effetti speciali, Film più originale.
Per i cortometraggi, sono previsti due premi: Miglior corto, Corto più originale.

Ecco le giurie della seconda edizione di Oltre lo specchio.

GIURIA CINE FUTURO - Lungometraggi

Nicoletta Vallorani

NICOLETTA VALLORANI (presidente) scrive fantascienza dall'inizio degli anni '90, e questo fa di lei una veterana del settore. Lettrice onnivora e docente di Letteratura inglese e angloamericana all’Università degli studi di Milano, ha esordito con Il cuore finto di DR (Premio Urania nel 1993, tradotto in Francia da Rivages), per poi continuare a scrivere seguendo la doppia pista del noir e della fantascienza. A La fidanzata di Zorro, il primo di quattro romanzi "nomadi" (come tematiche e come editori: Marcos y Marcos, Einaudi, VerdeNero), è stato assegnato il Premio Zanclea nel 1996, e la serie è stata pubblicata in Francia da Gallimard. Le madri cattive (Salani – Petrolio, 2011) si è aggiudicato il Premio Maria Teresa Di Lascia nel 2012. Nicoletta Vallorani vive a Milano con molte contraddizioni.

Silvia Casolari SILVIA CASOLARI è fondatrice e direttrice artistica del MUFANT - MuseoLab del fantastico e della fantascienza, museo dedicato all’immaginario fantastico moderno, prima esperienza italiana nel settore, compreso nella rete Abbonamento Musei Torino Piemonte. Curatrice di mostre indoor per il museo e outdoor per istituzioni terze, project manager di progetti culturali, di innovazione sociale e rigenerazione urbana sviluppati in partnership con enti pubblici e fondazioni private. La fantascienza è il suo primo amore (!).
Emanuele Manco EMANUELE MANCO è laureato in matematica, è nato a Palermo e attualmente risiede a Milano. Curatore di FantasyMagazine.it, collabora con Fantascienza.com, Delos Digital, Tom’s Hardware e il podcast Fantascientificast. Ha pubblicato racconti in varie riviste e antologie e i saggi Matematica Nerd e Dieci consigli per scrivere fantascienza. Per Delos Digital ha creato le collane Urban Fantasy Heroes e Odissea Digital Fantasy.
Giorgia Priolo GIORGIA PRIOLO è Produttore Delegato e Responsabile Sviluppo per EDI Effetti Digitali Italiani. Nel 2019 ha coprodotto Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores e Ferine di Andrea Corsini. Con la società Film Kairos ha prodotto Come l'ombra e Il mio domani di Marina Spada, Mar Nero di Federico Bondi, I casi della vita di Corso Salani e La sconosciuta di Giuseppe Tornatore. Nel 2009 è stata nominata Producer On the Move italiano dalla European Film Promotion. È socio fondatore di Women in Film Italia e insegna Produzione cinematografica alla Civica Scuola di Cinema “Luchino Visconti” di Milano.



GIURIA CINE FUTURO - Cortometraggi

Andrea Corsini ANDREA CORSINI è regista e sceneggiatore. Ha iniziato la sua carriera dirigendo videoclip musicali a Berlino nei primi anni Duemila. Nel 2011 ha scritto e diretto il cortometraggio Non nel mio giardino, con Paolo Briguglia. Nel 2017 il suo documentario Societas Mortis è stato presentato a Filmmaker e a MiMo Triennale di Milano. Nel 2019 ha scritto e diretto il cortometraggio Ferine, presentato in concorso alla 76. Mostra del Cinema di Venezia - Settimana della Critica, qualificato BAFTA e Academy, nove volte nominato al Méliès d'Argent e selezionato in oltre quaranta festival internazionali in venticinque paesi tra i quali Fantasia, Fantaspoa, BIFAN.

Joana Fresu de Azevedo JOANA FRESU DE AZEVEDO è nata in Africa, africanista di formazione, ma travolta sulla via del cinema sin da bambina, quando la visione di La storia fantastica la portò a pensare che altri mondi fossero possibili. Così, per lei "casa" non è una città, ma un qualsiasi posto in cui le cialde del caffè non finiscono mai, le gommose sono sempre nella credenza e nessuno le dice "guardi troppi film e serie tv". Coordina festival, che siano di corti (Sedicicorto Forlì Film Festival) o lunghi (Festival del Cinema di Porretta), convinta che quello che conti sia saper raccontare per immagini una storia. Possibilmente facendolo bene. Scrive per Kontainer16.com. Almeno, ci prova. Aderisce ad associazioni che uniscono Festival cinematografici (Afic), convinta che l'unione faccia la forza. E che tutto ció che non è cinema sia la Palude della Tristezza.

Cristina Resa CRISTINA RESA lavora in campo editoriale, si occupa della stesura di articoli di argomento culturale e collabora da tempo con il portale di cinema LoudVision.it. Ha studiato Assiriologia e scritto una tesi su demoni, fantasmi e formule di esorcismo in lingue antiche, di quelle che nei film horror non si possono leggere ad alta voce. Negli anni, il cinema, l'antropologia, la cultura popolare e il fantastico sono diventati oggetto di un intenso e appassionato studio individuale.

Stampa